Categoria: Servizi giardino

Consociazione orto: cosa significa? Le consociazioni nell’orto sono delle coltivazioni contemporanee di specie diverse che vengono fatte accostate allo scopo di aiutarsi reciprocamente. Coltivando tramite le consociazioni non si fa altro che imitare la natura: infatti, nelle coltivazioni moderne a monocultura vediamo spesso parassiti o altre avversità: siamo così costretti a utilizzare dei pesticiti, che sono tossici. Vediamo come funziona.

Orto sinergico come iniziare?

L’orto sinergico non è altro che un orto realizzato con i meccanismi della natura, senza considerare l’intervento dell’uomo. Ad esempio non utilizzare concimi o pesticiti, lasciare che le piante si aiutino reciprocamente secondo una situazione ideale di consociazione e non smuovere la terra.

Il principio della permacultura nell’orto, poi, fa un passo avanti. Permacultura significato: creare degli insediamenti umani ecosostenibili basati sull’agricoltura che siano in grado di autoalimentarsi. In questo la permacultura riprende il principio principale dell’orto sinergico: senza l’intervento dell’uomo la natura è in grado di autosostenersi grazie allo scambio di sostanze nutritive, allontanando gli insetti grazie all’odore dei loro fiori, ombreggiando il suolo e rendendolo umido.

Con intelligenza, possiamo sfruttare nel modo migliore le caratteristiche di ogni vegetale dando vita a un orto sinergico estremamente priduttivo e rigoglioso.

Consociazioni nell'orto sinergico

Le consociazioni tra diverse specie sono molto importanti, vediamo perché. Alcune specie di verdura e di fiori sono in grado di scacciare gli animali e gli insetti nocivi per i propri vicini; inoltre le malattie si diffondono con molta più difficoltà tra piante diverse. Se una pianta a crescita veloce viene accostata a una pianta a crescita lenta, non avremo terra nuda. Infine, d’estate le piante alte daranno ombra a quelle basse.

Grazie allo studio delle consociazioni potremmo evitare di commettere errori molto gravi, come ad esempio la consociazione di piante della stessa famiglia, perché sfruttano le stesse risorse. Oppure piante che sfruttano lo stesso livello di terreno, perché le radici si darebbero fastidio. Studiando il tipo di crescita delle piante inoltre evitiamo che si soffochino a vicenda. Inoltre è necessario studiare con cura l’estensione della crescita di ogni pianta prima di metterla a dimora.

Tabella consociazioni nell'orto sinergico

Vediamo ora una tabella delle migliori consociazioni per l’orto sinergico:

Ortaggi

Consociabili

Non consociabili

Asparagi

Pomodori, prezzemolo, basilico

Nessuno

Barbabietole

Cipolle, ravanelli, cavoli, rape

Fagioli rampicanti

Carote

Cipolle, ravanelli, piselli, lattuga, cicoria, porri, rosmarino, salvia, pomodori

Aneto

Cavoli

Barbabietole, cetrioli, fagioli rampicanti, fagioli nani, fragole, lattuga, piselli, pomodori, porri, spinaci, ravanelli, sedani

Aglio, cipolle, patate

Cetrioli

Cavoli, fagioli, granturco, piselli, girasoli, finocchi

Patate, erbe aromatiche, pomodoro, zucca. (Alcuni dicono anche ravanello)

Cicoria

Carote, fagioli rampicanti, lattuga, finocchi, pomodori

Nessuno

Cipolle e aglio

Zucchine, barbabietole, fragole, pomodori, lattuga, camomilla

Piselli, fagioli, (leguminose in genere) e cavoli

Erba cipollina

Carote

Piselli, fagioli

Fagioli

Patate, carote, cetrioli, cavoli

Cipolla, aglio, gladioli

Fagioli rampicanti

Zucchine, ravanelli, cicoria, cavoli, granturco, santoreggia

Cipolle, barbabietole, finocchi, girasoli

Fagiolini nani

Cavoli, ravanelli, patate, cetrioli, granturco, fragole, sedani, santoreggia

Cipolle, barbabietole, finocchi, girasoli

Finocchi

Cetrioli, cicoria, lattuga, piselli

Fagioli rampicanti, fagiolini nani

Fragole

Ravanelli, fagiolini nani, spinaci, lattuga, cavoli

Nessuno

Girasole

Cetrioli

Patate

Granturco

Patate, piselli, fagioli, cetrioli, zucca, zucchine

Melanzane

Lattuga

Cicoria, finocchi, cavoli, carote, ravanelli, fragole, cetrioli,

Prezzemolo

Lattuga

Fagioli

Prezzemolo e pomodoro

Patate

Fagioli, granturco, rafani, calendule, melanzane

Zucche, cetrioli, girasoli, cavoli, pomodori, lamponi

Piselli

Finocchi, carote, rape, ravanelli, cetrioli, granturco, fagioli, cavoli

Cipolle, aglio, gladioli, patate

Pomodori

Cavoli, ravanelli, cicoria, cipolle, prezzemolo, asparagi, calendule, carote, lattuga

Cavoli, rapre, patate, finocchi e melanzane

Porri

Cipolle, cavoli, sedani, carote

Leguminose

Prezzemolo

Ravanelli, pomodori, asparagi

Lattuga, melanzane

Rape

Piselli

Nessuno

Ravanelli

Cavoli, barbabietole, fagioli rampicanti, fagiolini nani, fragole, lattuga, piselli, pomodori, spinaci, prezzemolo.

Nessuno

Sedani

Porri, pomodori, fagiolini nani, cavoli

Nessuno

Spinaci

Fragole, cavoli, ravanelli

Nessuno

Zucca

Granturco, nasturzi

Patate

Zucchine

Cipolle, fagioli rampicanti

Nessuno

Contattaci gratuitamente

Vorresti realizzare un orto biologico ma non hai abbastanza spazio? Magari non hai proprio un giardino? Sai che puoi creare un orto in terrazzo fai da te? Scopri come coltivare verdura in vaso sul balcone di casa tua con delle tecniche semplicissime e poco dispendiose. 

Costruire un orto sul terrazzo

Orto in terrazza come fare? Sembra un’operazione estremamente complicata però con i giusti accorgimenti la manutenzione potrebbe essere minima. Vediamoli insieme.

Scegliamo delle fioriere adatte alla varietà che decidiamo di coltivare. In generale, per circa 15 piantine la dimensione consigliata è di 100 cm di lunghezza, 50 cm di altezza e deve avere un serbatoio di almeno 6 litri per garantire un’autonomia idrica di circa 1-2 settimane. I vasi scelti per gli ortaggi devono essere ben drenati, pertanto assicuriamoci che abbiano i fori sul fondo in modo che non vi siano ristagni d’acqua.

L’irrigazione dal basso verso l’alto è consigliata perché preserva le parti aeree da malattie fungine che insorgono in presenza di umidità o ristagni in superficie. L’acqua deve raggiungere capillarmente tutta la superficie della fioriera.

Orto balcone fai da te: ulteriori accorgimenti

Utilizziamo l’argilla espansa per mantenere il terreno sempre umido ed evita i ristagno d’acqua, pericolosi specialmente in prossimità delle radici. Sempre sul fondo della fioriera possiamo posizionare un foglio di tessuto-non tessuto che favorirà una perfetta aerazione, evitando che il terriccio si depositi sul fondo della vasca danneggiando l’irrigazione delle piantine.

La fioriera deve essere posizionata in modo da ricevere la luce diretta del sole per almeno 4 ore al giorno, meglio se di mattina. Da questo dipende il successo del nostro orto da balcone.

Orto in balcone cosa piantare

Coltivare verdura in vaso può diventare estremamente semplice se sappiamo come fare: vediamo come coltivare ortaggi in casacoltivare verdure in casa in genere.

Scegliamo un vaso largo almeno 50 cm e alto 25 cm in cui inseriamo del terreno mixato con compost. Usiamo sabbia e ghiaia per preparare il fondo e poi piantiamo la lattuga. Innaffiamo regolarmente la superficie del terreno e collochiamo il vaso in un luogo non eccessivamente soleggiato. 

Usiamo un vaso di diametro di 20 cm e posizioniamo l’argilla espansa per favorire il drenaggio. Possiamo utilizzare un terriccio universale, senza ricorrere a fertilizzanti. Irrighiamo costantemente e generosamente. Gli steli fioriferi vanno rimossi per evitare che le foglie assumano un sapore amaro.

Il vaso deve essere profondo almeno 30 cm e deve essere di materiale poroso. Seminiamo tra l’inverno e la primavera, in base alla varietà. Quando la piantina ha qualche fogliolina la trapiantiamo 3-4 cm sotto terra in un terriccio che non contenga azoto di sintesi. La cipolla ha medie esigenze idriche, quindi non esageriamo.

Scegliamo dei vasi profondi almeno 20 cm e tracciamo nel terreno dei solchi a 2-3 cm di distanza l’uno dall’altro. Seminiamo a una profondità di pochi millimetri e scegliamo una zona che non sia in pieno sole. Innaffiamo ogni giorno, la mattina o la sera.

Le zucchine si prestano bene alla coltivazione in vaso ma hanno bisogno di contenitori profondi, almeno 30-40 cm. Il terriccio deve essere ricco di materia organica: consigliamo di usare il letame pellettato che agisce come concime organico a lenta cessione.

Il vaso ideale ha le dimensioni 40×40 cm e può ospitare solo una pianta di melanzane. La profondità deve essere di almeno 30 cm. Sul fondo poniamo uno strato di drenaggio di sabbia o ghiaia e un foglio di tessuto non tessuto. Irrighiamo spesso in proporzione alla crescita.

Il vaso deve essere piuttosto profondo 25-30 cm e il terriccio arricchito da compost casalingo. Nel fondo creiamo un rivestimento di palline di argilla espansa. I semi vanno interrati a 3-4 mm di profondità creando dei solchi. Piantiamo degli spicchi d’aglio per proteggere le carote dai parassiti.

Scegliamo la varietà più piccola e utilizziamo un vaso di almeno 20-30 cm di diametro, possibilmente di terracotta, uno per pianta. Il terreno deve essere leggermente acido, meglio se arricchito con compost. Piantiamo a 5 cm di profondità 5-6 semi. Il cetriolo cresce bene con caldo e umidità.

Utilizziamo un vado di circa 30 cm di diametro per ogni singola pianta. Il terreno dovrebbe avere pH compreso tra 5,5 e 6,8, arricchito di materia organica o compost: deve essere ricco di azoto. Innaffiare due volte  a settimana e posizionare in pieno sole.

Contattaci per maggiori informazioni

Stai cercando idee aiuole giardino? Vuoi progettare e realizzare un giardino da sogno senza troppa fatica? Segui  le nostre idee per aiuole giardino, oppure rivolgiti ai nostri giardinieri.

Le aiuole sono un’ottima aggiunta a qualsiasi giardino o spazio esterno. Sono perfette per aggiungere colore, texture e dimensione all’area circostante. Se sei alla ricerca di idee per creare una splendida aiuola, ecco alcuni suggerimenti che potrebbero esserti utili.

Aiuole idee e progettazione: da dove partire?

Aiuole in pietra fai da te

Progettare aiuole non è un’attività semplice, specialmente se vogliamo che durino nel tempo. Dobbiamo pensare alla compatibilità tra le varie piante, alla posizione, al periodo di fioritura, all’esposizione al sole, al terreno adatto, agli abbinamenti di colore. Insomma, dovremmo farci consigliare da un vivaista esperto se vogliamo un risultato bello da vedere e duraturo.

Dobbiamo anche prendere in considerazione il contesto in cui si andranno a inserire, se ci sono elementi architettonici di supporto, oppure dobbiamo progettarle da zero. Questa attività può essere estremamente divertente una volta eseguite correttamente tutte le operazioni preliminari.

Aiuole giardino idee: operazioni preliminari

Innanzitutto dobbiamo ragionare su dove posizionare la nostra aiuola. Solitamente le aiuole vengono posizionate come bordature di vialetti oppure in prossimità dei muri: il loro scopo è quello di rendere gradevoli le zone di passaggio o di confine. Possiamo scegliere degli elementi naturali (come sassi e pietre) o artificiali (pensiamo alle aiuole con tegole) per personalizzarle e abbellirle ulteriormente.

  1. Scegli le piante giuste: la scelta delle piante giuste è fondamentale per creare una bella aiuola. Cerca di scegliere piante che siano adatte al clima locale, che richiedano poca manutenzione e che si adattino alla luce e al terreno del tuo giardino. Assicurati inoltre di scegliere piante che si adattino al tipo di aiuola che vuoi creare. Ad esempio, se desideri creare un’aiuola di fiori, opta per piante che fioriscono in stagioni diverse, in modo da avere un’esplosione di colori tutto l’anno.
  2. Gioca con i colori: l’uso dei colori è un ottimo modo per creare una aiuola accattivante e invitante. Scegli colori che si adattino alla tua casa e al tuo giardino e cerca di creare un effetto di armonia e contrasto. Ad esempio, puoi scegliere piante con fiori di colore viola e giallo per creare un contrasto cromatico, oppure puoi creare un’aiuola di fiori rossi per creare un effetto vibrante e accattivante.
  3. Scegli le dimensioni giuste: la dimensione dell’aiuola è importante per creare un effetto visivo equilibrato. Cerca di scegliere un’area che non sia troppo grande o troppo piccola in relazione al tuo giardino o al tuo spazio esterno. Inoltre, se hai un giardino più grande, puoi creare più di una aiuola per aggiungere ancora più colore e texture all’area circostante.
  4. Crea diversi livelli: creare diversi livelli all’interno dell’aiuola può aggiungere un effetto visivo interessante e dinamico. Ad esempio, puoi creare un’aiuola a gradoni, dove le piante più alte si trovano sul retro dell’aiuola e quelle più basse all’avanti, oppure puoi creare un’aiuola su più livelli utilizzando contenitori di diversa altezza.
  5. Aggiungi elementi decorativi: gli elementi decorativi possono aggiungere ulteriore interesse visivo all’aiuola. Puoi aggiungere rocce, fontane, statue o persino una piccola casetta per uccelli per creare un’atmosfera accogliente e invitante. Assicurati di scegliere elementi decorativi che si adattino al tuo stile personale e che siano in armonia con il tuo giardino.

Possiamo realizzare aiuole in pietra fai da te, se siamo in grado e disponiamo di tutti gli strumenti necessari. Oppure, più semplicemente possiamo realizzare aiuole moderne con sassi, con un investimento minimo. Il consiglio, comunque, è puntare ad avere delle aiuole fiorite tutto l’anno: per questo dobbiamo scegliere delle piante adatte a ottenere delle aiuole fiorite sempreverdi.

 Idee aiuola giardino: tanti spunti utili

Idee aiuole
idee per aiuole da giardino

Oltre a sapere come costruire un’aiuola, è fondamentale sapere tutte le possibilità che puoi sfruttare, a partire dalla forma, fino ai colori. Vediamo innanzitutto le forme che possiamo conferire alle nostre aiuole:

  • Aiuole floreali: le aiuole floreali sono probabilmente il tipo più comune di aiuole e sono costituite da fiori e piante ornamentali. Queste aiuole possono essere coltivate in varie forme, dimensioni e colori, in base alle preferenze del proprietario del giardino.
  • Aiuole di erbe: le aiuole di erbe sono una scelta popolare per i giardinieri che amano coltivare le proprie erbe. Queste aiuole possono essere utilizzate per coltivare erbe aromatiche come il basilico, la menta, il prezzemolo e il rosmarino, per citarne alcuni.
  • Aiuole di verdure: le aiuole di verdure sono un’ottima scelta per i giardinieri che vogliono coltivare i propri ortaggi freschi. Le verdure che possono essere coltivate in queste aiuole includono pomodori, zucchine, peperoni e carote.
  • Aiuole di piante grasse: le aiuole di piante grasse sono un’opzione ideale per i giardinieri che desiderano una scelta di piante che richiedono pochissima manutenzione. Queste aiuole possono essere costituite da piante come cactus, succulente e altre piante resistenti alla siccità.
  • Aiuole di pietra: le aiuole di pietra sono un’opzione popolare per i giardinieri che desiderano aggiungere un elemento strutturale al proprio giardino. Queste aiuole possono essere costituite da una varietà di pietre, come il granito o il basalto, e possono essere riempite con piante succulente, erbacee e fiori.
  • Aiuole perenni: le aiuole perenni sono costituite da piante che tornano ogni anno, senza la necessità di piantarle nuovamente. Queste aiuole sono una scelta popolare per i giardinieri che vogliono una soluzione a lungo termine e richiedono una manutenzione minima.
  • Aiuole a tema: le aiuole a tema sono progettate intorno a un tema specifico, come un giardino giapponese o una aiuola mediterranea. Queste aiuole sono particolarmente adatte per i giardini di dimensioni ridotte, in cui un tema coerente può creare un effetto sorprendente.
  • Aiuole in contenitori: le aiuole in contenitori sono un’ottima scelta per i giardinieri che hanno spazi limitati o che vogliono creare un effetto su una terrazza o un balcone. Queste aiuole possono essere costituite da una varietà di piante, come fiori, erbe e verdure, e possono essere spostate facilmente per creare l’effetto desiderato.
  • Aiuole d’acqua: le aiuole d’acqua sono costituite da piante che crescono in acqua o in prossimità di essa. Queste aiuole possono includere piante come le ninfee, le iris d’acqua e le giunchiglie, e possono anche includere elementi come fontane e laghetti.
  • Aiuole con sentieri: le aiuole con sentieri sono costituite da una varietà di piante, ma includono anche sentieri in ghiaia o pietra. Questi sentieri possono creare un effetto sorprendente nel giardino e possono anche aiutare a dirigere il traffico pedonale attraverso il giardino.

Per quanto riguarda i tipi di pianta, ci sono infinite combinazioni e possibilità, eccone solo alcune idee giardino aiuole:

  • Aiuole con lavanda
  • Aiuole con ortensie
  • Aiuole con rose
  • Aiuole con palme
  • aiuole con tulipani
  • Aiuole con narcisi
  • Aiuole con margherite

Contattaci per maggiori informazioni e idee per aiuole da giardino

Hai mai desiderato un prato perfetto nel tuo giardino? Una soluzione che necessiti il minimo sforzo ma la massima resa estetica? Forse dovresti considerare l’idea di installare un prato pronto!

Vediamo perché installare un prato in rotoli oggi è la soluzione più pratica.

Rotolo erba vera: punta sulla qualità

Se decidi di installare un prato pronto a rotoli di erba vera, devi innanzitutto scegliere un prodotto di altissima qualità, altrimenti rischi di spendere soldi per l’acquisto e l’installazione e vederlo rovinarsi in poco tempo. Il consiglio è quello di rivolgersi sempre a una ditta specializzata affinché il risultato valga l’investimento.

Scegliendo un prodotto di qualità e facendolo installare a giardinieri esperti saremo sicuri di non dover spendere altri soldi per intervenire di nuovo.

Prato a rotoli preparazione terreno

Prima di installare un prato pronto, dobbiamo preparare il terreno lavorandolo a una profondità di almeno 10-15 centimetri. In questa fase dobbiamo verificare se c’è bisogno o meno di setacciare il terreno per rimuovere sassi o pietre.

Un altro accorgimento è quello di debellare, se presenti, le erbe infestanti tipo la gramigna. In questo caso dobbiamo utilizzare un diserbante e attendere almeno 15 giorni prima di lavorare di nuovo il terreno.

Per far attecchire bene il prato in rotoli è consigliabile l’uso di un concime a base di fosforo e minerali

Prato a rotoli manutenzione

Se l’installazione è stata eseguita correttamente e il prato è stato irrigato in abbondanza, la manutenzione sarà simile a un prato classico: basterà irrigare evitando i ristagni d’acqua.

Avremo saltato così tutto il passaggio della semina e della crescita del prato: avere un prato pronto, un rotolo di erba vera è davvero un sogno! La resa estetica è eccellente e possiamo scegliere addirittura il nostro prato online!

Rivolgiti a una ditta specializzata

Anche se questi interventi sono sempre più frequenti, non è consigliabile rivolgersi a operatori non esperti. Il prato potrebbe danneggiarsi e quindi tutto il giardino potrebbe rimetterci. Noi consigliamo sempre di prendere contatti con una ditta esperta nel settore, che operi nel giardinaggio da diversi anni e si rifornisca da vivaisti esperti.

I sopralluoghi e le chiamate sono gratuite, non attendere oltre per avere informazioni!

Contattaci gratuitamente

Chiama
Whatsapp